Visualizzazioni totali

domenica 27 novembre 2011

Paese di furbetti

In questi giorni seguo con vivo interesse la vicenda Finmeccanica, e non perchè come cittadino mi sento indignato (anche quello per carità) ma per un motivo che mi riguarda da vicino.
Tempo fa ho svolto le mie consulenze, e per un periodo abbastanza lungo, per una società che orbitava nell'area Finmeccanica. In realtà io ero una risorsa di una piccola ed insignificante società che presenziava presso l'Ente in quarta battuta, rispetto al Main Contractor. Comunque...
Dicevo, ho svolto queste mie consulenze presso un Ente pubblico, forse il più potente e nel contempo anche il più marcio. In questo ente, un infimo impiegatucolo di quarto livello, grazie alla sua amicizia con il "gran capo", era il decisionista del bello e del cattivo tempo, e grazie a questo ruolo, era anche il collettore di un giro di mazzette da far paura ai mariuoli della prima repubblica. Questo impiegatucolo, percepiva, per ogni risorsa presente dal cliente, un gettone. Poniamo il caso che l'infimo in questione percepisse uno stipendio di 1600 euro; il mio gruppo era inizialmente composto di 7 + 2 persone, indi 9 risorse. Poniamo il caso che per ogni risorsa presente, visto che il cliente pagava piu' o meno (a quello che mi dissero...) circa 10 mila euro al giorno per tutti quanti, l'impiegatucolo percepiva di "gettone" 100 euro, costui si portava a casa 900 euro in più ogni giorno, che moltiplicato per 20 giorni (anche se in realtà c'erano i colleghi del turno notturno che aumentavano il budget in gioco) faceva in totale... un fottio di soldi, davvero tanti.
Ovvio, come lui, in ogni ente pubblico c'è un impiegatucolo di livello infimo o poco superiore, che percepisce regali e regalini...il brutto è che questo genere di inchieste non giungono mai ai livelli piu' bassi della piramide di marciume, si fermano solo ai papaveri alti, perchè sono quelli che fanno notizia.
Mentre se qualche magistrato si incaponisse e volesse scendere fino all'ultima delle gare d'appalto, scoprirebbe un sottosistema di tangenti, regali, favori e clientele che farebbe accapponare la pelle anche al più coriaceo e "navigato" dei tangentisti stile Bettino Craxi.
Bell'Italia, Bel Paese...

Nessun commento:

Posta un commento